28 ottobre, 2009

Tagliatelle speck & radicchio

Ultimamente le mie giornate sono davvero piene e lunghe tra lezioni,studio,lavoro,e ogni giorno passa in fretta!Stamattina c'era del radicchio lavato in frigo,rimasto dal risotto radicchio e stracciatella...mmm che ci faccio?!ma certo!!!Tagliatelle speck e radicchio!!Probabilmente lo conoscete già,per me non era la prima volta che lo facevo ma la riuscita non è mai stata perfetta come questa volta visto che a volte lo speck nascondeva il sapore del radicchio,o il radicchio era troppo cotto!!Immaginate cosa ne veniva fuori!!
Così oggi nella velocità di cucinare,dato che per me il tempo è davvero poco, il piatto è riuscito niente male!!
Ingredienti(x2):200gr di tagliatelle(sarebbero perfetti i tagliolini),100gr di speck,8 pomodorini,un cucchiaio di olio extravergine,sale q.b.,rucola,cipolla.
In una padella antiaderente mettete l'olio e la cipolla tritata,fate rosolare,intanto tagliate a listarelle lo speck e quando la cipolla sarà inbiondita aggiungetelo assieme ai pomodorini lavati e tagliati in 2.Fate rosolare fino a che lo speck sarà croccante.A fuoco spento aggiungete il radicchio a jiulienne,salate e tenete da parte.Nel frattempo cuocete la pasta al dente in abbondante acqua salata,tiratela al dente e saltatela nella padella con il condimento,se necessario aggiungete dell'acqua di cottura.Impiattate e servite con della rucola tritata grossolanamente.
Buon appetito!!

26 ottobre, 2009

Cannoli siciliani

Ritorna il mio passato da siciliana:-)
I mitici cannoli siciliani...da impazzire!!era un po' che li sognavo ma visto che qui non li trovi autentici,l'unica soluzione era quella di farli da me sperando in un buon risultato!così ho iniziato a girare nella libreria dove mi ricordavo di aver visto un libro di cucina siciliana,tra l'altro ne ho 2 copie identiche,questa è mia madre che compra i libri e non si ricorda di quelli che ha e quelli che non ha!!cmq ho studiato la ricetta...perché in genere prima di fare una ricetta la studio;-)la leggo e la rileggo,poi mi controllo gli ingredienti,se sono reperibili o meno:-);immagino il procedimento e il risultato finale!!Praticamente è un parto ogni mia ricetta!!no scherzo!!i dolci per me devono essere perfetti perciò ho bisogno di calma,mentre sul salato ci vado con il naso,odoro e poi aggiungo questo,aggiungo quello...

Ogni volta che mio padre è tornato a Messina per prendere una zia,erano 3 le cose che chiedevo di portarmi...cibo,rigorosamente!!
PESCE SPADA-LE BRIOCHE DA GELATO-I CANNOLI!!
ovviamente avrei anche voluto:la granita al caffè:-)la panna della granita al caffè:-)un pezzo di spiaggia(senza nulla togliere al nostro Salento)e i fanghi dell'isola di Vulcano:-)ma come avrebbe potuto portarmeli?!:-(Ma mi accontento di poco;-))
Così al suo ritorno c'era il vassoio dei cannoli vuoti:-)e nella borsa frigo una vaschetta di polistirolo con la nuvolosa ricotta da schiaffare nei cannoli:-))
Purtroppo in Sicilia sono anni che non si torna e io sento tanto la mancanza dei cannoli,delle brioche e del pesce spada d.o.c :-(
Bisognava ricorrere ai ripari,e di corsa!!
Metto il grembiule,impugno il mattarello e inizio l'opera!!Risultato?Bè devo dire,niente male,ma potrei fare di meglio,poi giudicate voi!!!
Ingredienti per il cannolo:150gr di farina oo,15gr di cacao amaro(avevo giusto appunto un sacchetto di cacao dominicano,regalo di un amico di mio fratello),30gr di sugna o burro,1 uovo,25gr di zucchero,1/2 bicchiere di Marsala all'uovo(il mio era invecchiato di non so quanto:-)visto che era lì nella credenza ad aspettarmi),olio per friggere.
Ingredienti per la ricotta:500gr di ricotta(potrete fare una parte di pecora e una vaccina),250gr di zucchero al velo,100gr di gocce di cioccolato fondente,50gr di pistacchi tritati(magari di Bronte).
Nell'impastatrice mettete tutti gli ingredienti dentro e fate lavorare a velocità media fino a che gli ingredienti non saranno ben amalgamati e si sarà formata una palla.Il cacao va sciolto nel 1/2 bicchiere di Marsala!Lasciate riposare l'impasto in frigo per un'ora circa.
Riprendete l'impasto e stendete una sfoglia sottile,da cui ricaverete dei quadrati di 10cm,avvolgete ogni quadrato nel senso diagonale attorno al tubo d'acciaio per cannoli.Friggete in abbondante olio caldo!
Passate alla ricotta che lavorerete prima con lo zucchero e poi aggiungerete il cioccolato e i pistacchi tritati.Riempite i cannoli al momento,se no si ammorbidiscono,con una sac a poche e poggiate le estremità sul resto di pistacchi tritati;oppure metteteci un pezzo di arancia candita!Spolverizzate con abbondante zucchero al velo!




24 ottobre, 2009

Risotto radicchio e stracciatella

Fantastica la riuscita di questo risotto!!Mi faccio i complimenti da sola!Io amo i risotti in tutti i loro gusti e colori!!Questo è stato una mia scoperta,in genere il risotto al radicchio l'ho sempre abbinato alla scamorza in acqua,come il primo che mangiai in Autogrill di ritorno da una gita scolastica...mi stupìi e me ne innamorai!!Poi un giorno pensandoci su ho capito che questo abbinamento sarebbè stato perfetto e che avrebbe reso il risotto magico,data la cremosità che la stracciatella da al risotto e il colore roseo che lascia il radicchio!!
Conoscete tutti la stracciatella?!?Sono degli straccetti di pasta filata(la stessa della mozzarella)immersi in tanta panna fresca,sarebbe il ripieno della burrata!!Io la amo sul pane fresco e croccante,ma oggi l'ho usata così!!
Mentre pensavo alla preparazione di questo risotto e fuori diluviava tanto da non avere luce in casa,mi è venuta un'altra illuminazione e sarebbe quella di servire il risotto con della rucola profumata,che avrei raccolto dal mio orto appena avrebbe smesso di piovere!Così appena il primo di raggio di sole è entrato in casa sono corsa con delle buste ai piedi,a raccogliere la rucola!!Vi lascio immaginare il profumo appena l'ho tritata grossolanamente,per un attimo mi sembreva di essere tornata all'estate..ma era tutta un'illusione:-(subito dopo il sole è andato via e il vento ha portato via tutto anche i miei ricordi estivi...uff!!

Vi lascio gli ingredienti(x2):180gr di riso Carnaroli (mia zia quest'estate me ne ha portato un sacco nel vero senso della parola,della Cascina Veneria),un quarto di cespo di radicchio rosso di Chioggia,della cipolla bianca,1/2 bicchiere di vino bianco secco,sale e olio extravergine d'oliva q.b.,50gr di stracciatella,una noce di burro e un cucchiaio di parmigiano,rucola fresca tritata grossolanamente per guarnire,un lt di brodo vegetale.
In una padella bassa anti aderente coprite il fondo con l'olio e aggiungete la cipolla tritata a rosolare.Quando sarà trasparente mettete il radicchio,lavato,mondato(io ho tolto la parte bianca in eccesso) e tagliato a julienne.Fate rosolare girando,quando sarà appassito,sfumate con il vino bianco,fate evaporare l'alcool e salate.Un goccio di acqua e fate cuocere per 5 min non di più!Intanto preparate il brodo vegetale con un lt di acqua,una carota,sedano e cipolla.
Quando il brodo sarà pronto,riaccendete la padella con il radicchio e versate il riso a tostare.
TRUCCHETTO:il riso è tostato quando,mettendone un chicco sul dorso della mano,il chicco brucerà!!
Dopo di ciò proseguite la cottura come un solito risotto,aggiungendo volta per volta il brodo caldo.Quando il riso sarà pronto, a fuoco spento,mantecate con il burro,il parmigiano.Girate e aggiungete per ultimo la stracciatella,rigirate e servite guarnendo con la rucola.Vi assicuro che la forchettata di riso con la rucola fresca,in bocca è un festival di piacere!!:-))

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Meringhe alla panna



Con un pò di radicchio crudo rimasto e cotto in padella con un pò cipolla ho fatto una frittata morbidissima con 4 albumi,un uovo intero,2 cucchiai di parmigiano,2 di
pangrattato,un bicchiere di panna fresca e un pizzico di sale!!mmm....!!buonissima e mor
bidissima,come piace a me!!

20 ottobre, 2009

La pasta alla norma...io la servo così!!

Il post di oggi non è una ricetta,dai la conoscete tutti la mitica pasta alla norma io la servirei così,in una melanzana,e dove se no?:-)
Come si dice?!anche l'occhio vuole la sua parte no?
E percio basta tagliare in 2 una melanzana e con il coltello fate tanti tagli a scacchiera sulla polpa della melanzana,mettete in forno a 220° per 15 min e poi svuotatela!!
Non è carina??!;-))
Mi piace troppo!!
Vi saluto e alla prossima!!

22/10/2009 ore 11.07
Ok!!Ok!!viste le vostre richieste vi posto anche la ricetta della mia pasta alla norma...
Ingredienti (x1):20 pomodorini dell'orto,della cipolla tritata,olio d'oliva extravergine,una melanzana (mezza da friggere e mezza per contenere le pasta),80gr di pennette rigate,sal q.b.
Procedete preparando il sugo e mettete un filo d'olio in una pentola con la cipolla a rosolare,quando sarà rosolata versate i pomodorini spaccati in due e lasciateli appassire dolcemente per almeno 5 minuti.Aggiustate di sale.Quando saranno cotti,se vi danno fastidio le bucce,passateli con il passa tutto e rimettete a cuocere per almeno 10 min,a fine cottura e a fuoco spento mettete una foglia di basilico e coprite la pentola con il sugo.
P.S. a me piace il sugo quasi crudo e dal sapore acre!!metto un filo d'olio crudo a fine cottura.
In una padella bassa,che usate per friggere mettete un cm di olio d'oliva a riscaldare,nel frattempo fate in 2 la melanzana nel senso della lunghezza,e da una metà praticate la scacchiera sulla polpa e mettetela in forno caldo come su vi ho indicato,mentre dall'altra metà sbucciata e mondata,taglaite tante mezze lune che friggerete nell'olio caldo.Mettete su un piatto con carta assorbente e salate.
Scottate la pasta in acqua salata,scolatela e mischiate il sugo e le melanzane,perfetta da condire con la ricotta infornata siciliana.La melanzana che era in forna sarà pronta,svuotatela con un cucchiaino e metteteci la pasta dentro.Guarnite con le ultime foglie di basilico del vostro giardino:-)come è successo a me!e a piacere peperoncino!!
Buon appetito!!

18 ottobre, 2009

Pesche di Prato di Paolo Sacchetti





























Cari vi presento le famose pesche di Prato di Paolo Sacchetti:-))sono orgogliosa di questa mia creazione,era un mio sogno:-)che io ho realizzato!!
Avevo bisogno di un momento di calma nella mia vita...più o meno 2 giorni:-)così ho sfruttato il fine settimana,libera dall'università e libera da ogni esame!!
Sabato mattina mi sono fiondata all'ipercoop per comprare tutto l'occorrente,mi mancavano troppe cose...che disastro!!Ho comprato il miele,la panna,il burro(che nel mio frigo non dovrebbe mancare mai),la farina(in casa mi sono ritrovata solo con zucchero in quantità industriale)...ecc..
Pomeriggio ho anche scritto la lista al mio papà,ero troppo in agitazione e avevo bisogno di altre cose affinché le mie pesche fossero perfette!!
Stamattina mi sono svegliata e con tanta calma e ansia di vederle finite,ho terminato la mia opera!!!
Gli ingredienti,per la pasta:500gr di farina oo,5 uova,150gr di zucchero,160gr di burro,30gr di miele,3gr di sale,20gr di lievito,la scorza di un'arancia,essenza di vaniglia.
Per la crema:300gr di latte,200gr di panna,140gr di zucchero,una bacca di vaniglia,25gr di farina,25gr di amido,6 tuorli,la scorza di un limone.


























Per la bagna:acqua,zucchero e alchermes in uguale quantità.
Io vi lascio la dose da 1/2kg ma io ho fatto al mezza dose.Mi sono uscite 16 pesche!
Partiamo dalla preparazione della pasta,mettendo tutti gli ingredienti in una sola volta nell'impastatrice e fare lavorare per minuti finché tutto sarà ben impastato!Ovviamente si può impastare tutto anche a mano!Mettete l'impasto al caldo a lievitare per 2-3 ore!!
Io ho impastato,sabato dopo pranzo!!Pomeriggio prima di andare a lavoro,verso le 5 ho fatto 32 palline e le ho disposte su una teglia!Vanno fatte lievitare una seconda volta,per un'ora!
Tornata a casa,le ho infornate nel forno ben caldo a 220°-230° per 15 minuti.
Stamattina,ho preparato la crema: ho scaldato la panna,il latte i semi della vaniglia,la scorza del limone.A parte ho sbattuto le uova con lo zucchero,ho aggiunto il latte a filo intiepidito e per ultimo la farina e l'amido.Filtrate in un pentolino e cuocete sul fuoco,fino ad addensare.
Sul piano di lavoro mi sono preparata un piattino con dello zucchero,la sacca a poche con la crema dentro,le foglie di ostia,i chiodi di garofano e una coppa con la bagna.Per la bagna basta sciogliere lo zucchero nell'acqua sul fuoco,prima di versare l'alchermes mettetelo in una coppa ad intiepidire,altrimenti l'alcool evapora.
Ho preso le 2 metà di pasta,ho fatto un buco dalla parte schiacciata e le ho infilate nella bagna,fino a farle ammorbidire,ma non troppo.Le ho passate nello zucchero,poi le ho riempite con la crema partendo dal buco fino al centro,senza coprire tutta la superficie.E così via via per tutte le altre.
Le ho unite a 2 a 2 e le ho messe nelle cartine,le ho decorate con le foglie di ostia e il chiodo di garofano come picciolo!!
Eccole pronte!!Il risultato è fantastico!!e sono buonissime;-)
Buona domenica a tutte!!

Ringrazio Laura de i dolci di laura per avermi donato questo premio che giro a tutti i miei visitatori,grazie grazie grazie!


11 ottobre, 2009

Tortine al limone

Cambia la veste del mio blog,nuovi colori,nuovo modello,nuovo banner....ringrazio l'assistenza tecnica di mio fratello che mi ha aiutata!!!
Che ne pensate??

Oggi posto questi tortini,che ho preparato per il pranzo di ieri...un pranzo a basse di pesce,l'idea del tortino al limone ci stava a pennello!!
Sono facilissimi da fare,era la prima volta che li facevo è ho trovato la ricetta nel nuovo numero di cucinare bene.Non ho apportato nessuna modifica!
Vi lascio gli ingredienti:60gr di farina 00,120gr di farina di mandorle,190gr di burro morbido,5 albumi,200gr di zucchero a velo,2 limoni non trattati.
Lavate i limoni,asciugateli,grattuggiate la scorza di un limone e spremetelo tenenedo da parte il succo filtrato.Il limone rimasto va tagliato a rondelle sottili e servirà per decorare i tortini.Montate gli albumi a neve.A parte mescolate lo zucchero a velo, il burro,la scorza del limone,mescolando fino ad ottenere un composto cremoso.Io ha usato le fruste elettriche.Incoporate la farina oo e la farina di mandorle,poco alla volta,continuando a mescolare.Amalgamate gli albumi,mescolate dal basso verso l'alto.Scaldate il forno a 180°.Prendete degli stampini usa e getta 6 o 7 imburrati e infarinati,suddividete l'impasto.Non riempiteli fino all'orlo!!
Infornate per 30min,finchè la superficie risulterà ben gonfia e dorata.Togliete dal forno e lascaite raffreddare per bene,sformate e servite con abbondante zucchero a velo e la fettina del limone.

09 ottobre, 2009

Le orecchiette!!

Tra una lezione e l'altra all'università oggi che sono libera e ho messo per mezza giornata i libri da parte,ho voluto fare le orecchiette...avevo una voglia di mangiarle che prima per tempo non ho potuto soddisfare!!
Da buona pugliese non potevo non insegnarvi a fare le orecchiette,quindi in questo post vi lascerò anche un piccolo video di soli 13 secondi,che ho fatto,che vi mostra come si fanno le orecchiette!!
Intanto le mie sono integrali va si possono fare anche bianche ovviamente!Quando si fanno bianche,si mette due parti di semola e una di farina bianca.
Le ho fatte integrali perchè sono perfette da mangiare con ricotta e limone!!!!
Ingredienti:200gr di farina integrale,150gr di farina bianca,acqua tiepida.
A fontana su una spianatoia mettete le farine,al centro versate l'acqua necessaria per impastare e lavorate l'imasto fino a diventare liscio e non dev'essere un impasto duro!!Dev'essere un impasto lavorabile,attenzione non morbido!!
Tenetelo al coperto quando fate le orecchiette.
Tagliate un pezzo di pasta,fate un cordone e poi........guardate giù:-)

video
Avete visto?non è difficile!!Basta tagliare dal cordone un pezzo di pasta,con un coltello liscio e con lo stesso coltello,tenendo ferma con l'indice dell'altra mano la pasta,lasciate scivolare il coltello...sempre tenendo la pasta!!per fare il cappello,infilate il pollice sotto l'orecchietta e con l'indice e il medio circondate l'orecchietta spingendo leggermante con il pollice!!
Sono pronte,visto?
Ecco le mie qui giù prima di essere cotte e mangiate:-)

è nostra tradizione fare le orecchiette integrali con ricotta e una bella grattuggiata della scorza di un limone!!!



Buon appetito!!!




06 ottobre, 2009

Cantucci alle mandorle...a modo mio!

A casa mia non si compra niente:-)non so se si era capito!Le uova le fanno le galline perciò le raccogliamo direttamente dal nostro pollaio,le mandorle le raccogliamo dal nostro albero,un tempo facevamo anche la farina ma ormai non più!!
Visto che le mandorle le raccogliamo noi e conosciamo il peso di ogni lavoro non si possono tenere li e lasciarle perdere perciò bisogna sfruttare tutto ciò che è a disposizione.
Mi è venuto in mente di provare a fare i cantucci...a modo mio,perchè sicuramente non saranno perfetti ma almeno sono commestibili:-)
Ingredienti:500gr di farina 00,4 uova intere e 90gr di tuorli,450gr di zucchero,una bustina di vanillina,250gr di mandorle intere con la buccia.
Lavorate le uova,tutte,con lo zucchero.Dopo aggiungete la farina,la vanillina e le mandorle.Lavorate sulla spianatoia e formate 2 filoncini.
Il forno dev'essere caldo a 200°,disponete i filoni su una placca da forno con carta da forno e metteteli in forno per 15-20min.
Quando saranno passati i 20min,usciteli dal forno e fateli un pò raffreddare,sarà più facile tagliarli.
Quindi tagliateli con un coltello a seghetto in tanti bastoncini in diagonale.Rimetteteli nella placca e con il grill acceso,dorateli prima da un lato e poi dall'altro.
Io li ho anche dorati su!!Prima di conservarli o di assaggiarli:-),io ho mangiato tutti i pezzi sbriciolati,fateli raffreddare per bene!!
Ecco i miei cantucci!!Li ho conservati in un contenitore ermetico e con l'arrivo di qualche ospite e un bicchierino di limoncello saranno perfetti!


03 ottobre, 2009

Muffin uva e cioccolato bianco

Non c'è niente da fare, i blog sono una sorta di epidemia!!Basta far partire una sola ricetta che tutto il resto dei blog parte con la stessa ricetta ma personalizzata...questa per me è l'era muffin:))
Girando tra i blog ne ho visti alcuni e mi sono detta:io non posso non farli!!E così è partita la ricerca della ricetta migliore,anche perchè io li ho fatti una sola volta e non mi hanno soddisfatta!!Trovata la ricetta,parte la ricerca degli ingredienti,come la farina di kamut,un viaggio senza meta praticamente in un paese di 12.000 anime dove ancora per fare una telefonata con il cellulare devi alzare un braccio,come antenna e affidarti alla fantasia perchè magari la telefonata sarà tutta così:..AO,.OME STA..?NON TI SEN......Intanto mezza ricarica è partita!!Comunque a noi ci piace sto paese:-))

La ricetta di questi muffin è la stessa dei muffin alle more di Anna Moroni,io però avendo l'uva fuori dall'uscio di casa e del cioccolato bianco sempre disponibile,li ho fatti a modo mio........
Che poi scusate ma,si dice muffin o muffins?
Ingredienti(x16):250gr di ricotta vaccina(l'originale prevede la ricotta di pecora),2uova intere,180gr di zucchero di canna,180gr di farina di kamut,100gr di farina di mandorle,una bustina di lievito per dolci,uva fragola e gocce di cioccolato bianco.
Prendete la ricotta e schiacciatela per ammorbidirla,aggiungete le uova e dopo il resto degli ingredienti,zucchero,le farine,il lievito e l'uva con le gocce di cioccolato.
L'impasto deve risulatare grezzo perciò il tutto va mescolato con un cucchiaio e non con le fruste.
Mettete negli stampini da muffin,riempiendoli quasi fino all'orlo.
In forno caldo a 180° per 20-25 min.
A me piaceva tanto l'idea di farli a forma di cuore:-)
Buoni caldi ma ancora meglio freddi,restano molto morbidi!!


Con questi muffins partecipo alla raccolta di pan di panna MUFFINS MANIA!!
Per saperne di più,cliccate qui



Related Posts with Thumbnails